giovedì 23 aprile 2009

Sleeper

Sleeper, serie scritta da Ed Brubacker e disegnata da Sean Philips, è una delle miniserie più belle pubblicate negli ultimi anni. Prodotta per il Wildstorm Universe di Jim Lee, la storia prende spunto da alcuni avvenimenti raccontati in un'altra miniserie, sempre scritta da Brubacker e disegnata da Colin Wilson, intitolata Point Blank. Qua facciamo la conoscenza con Holden Carver, agente delle O.I. (agenzia di spionaggio americana) che sembra aver tradito il proprio paese ed essere entrato nell'associazione criminale gestita da T.A.O. abile manipolatore metaumano. Nel dipanarsi della vicenda faremo la connoscenza con altri personaggi importanti nello sviluppo della storia come Miss Misery, Genocidio e soprattutto Lynch, capo delle O.I. e alterego di T.A.O. .
Quello che rende diversa Sleeper da tutte le altre miniserie supereoistiche/di spionaggio è il fatto che qua i buoni non esistono, ma ci sono personaggi a tutto tondo che si giudicano per le azioni che compiono e non per le parole che dicono.
Brubacker ha voluto, come d'altronde da lui stesso affermato in varie interviste, riprendere un po' quello che era lo spirito di Watchmen di Moore, in cui la figura del supereroe senza macchia e senza paura viene piano piano distrutta per mostrare quello che veramente si cela sotto, ovvero persone insicure, egocentriche che agiscono più per interesse personale che per amore di giustizia.
Holden Craver è forse l'unico che all'interno di questo mondo che si rende conto piano piano di quale sia la realtà che lo circonda, ma questa consapevolezza invece di aiutarlo ad uscire fuori lo fa precipitare sempre di più nel baratro che lui stesso si è costruito.
Ed Brubacker con questa storia si è dimostrato ancora una volta di più uno dei più grandi sceneggiatori di fumetti viventi, è l'unico che riesce a dare una visione nuova di un settore del fumetto, quello supereroistico, che sembra ormai aver molto poco di nuovo da dire.
Da leggere assolutamente.
Ah, ovviamente Hollywood che ormai vive solo di sceneggiature tratte da fumetti, non si è fatta scappare neanche questa e sembra che ne sarà tratto un film con Di Caprio per la regia di Ridley Scott. Speriamo bene

Nessun commento: