venerdì 27 febbraio 2009

CI SONO RIMASTO PESANTE!

Allora, ennesima puntata della saga "Sminky,Tumy, Merk contro final fantasy XII", dopo aver finito le taglie dei ricercati ed essere ad un passo da finire il gioco, dobbiamo solo salire sulla Bahamuth, Sminky ha pensato ma sì dai visto che ci siamo catturiamo anche tutti gli espers (sorta di demoni con cui prima combatti e che una volta sconfitti diventano tuoi alleati), tanto ce ne mancano solo due!
Una tragedia!! Mentre il primo che ci mancava, chiamato Exodus, è stato abbastanza una passeggiata catturarlo, il secondo dal nome di Ultima si è trasformato piano piano in una sorta di incubo. Infatti per trovarlo è necessario ritornare in una delle parti più difficili del gioco in cui, come in una sorta di labirinto, non si capisce più qual è la strada percorsa e quella da percorrere. Ieri dopo tre ore di inutili tentativi, eravamo conciati così male che c'era Sminky in stato catatonico che continuava a muovere in aria un fantomatico joypad, Merk che era sull'orlo di una crisi nervosa e non si voleva più schiodare dalla biblio anche quando già avevamo spento televisore e playstation, ed io che giravo come una trottola da una stanza all'altra con le lacrime agli occhi chiedendo pietà.
Per farvi capire quanto questo gioco faccia male, per quanto mi riguarda c'è stata una prosecuzione, stanotte ho sognato che io, Sminky e Merk affrontavamo fisicamente Zordiak a Balestrino e mi sono svegliato mentre stavo gridando :"Merk,Esnaga! Esnaga! Esnaga!" (magia che serve a togliere gli status infettivi ai tuoi personaggi). Vi giuro che è vero!!!!
Ah, dimenticavo non contenti di aver superato le centocinquanta ore di gioco, il prossimo boss che dovremo affrontare ha Cinquanta milioni di hp (punti vita). Come tutti e tre avevamo predetto prima di iniziare questo gioco, moriremo tutti prima di finirlo.

giovedì 26 febbraio 2009

ANNUNCIAZIONE! ANNUNCIAZIONE! ANNUNCIAZIONE!

I Joseph Colato si sono dotati di un blog che è già diventato un punto di incontro della musica italiana e non solo. Questo il link
Per chi non li conoscesse, che dio li fulmini, qua sotto potete vedere una loro esibizione live.

mercoledì 25 febbraio 2009

CIAO MIRKO!

Ieri, all'età di ottant'anni, si è spento in una casa di riposo in pIemonte Mirko Bottero, padre del mitico Filmstudio di Savona. Ho deciso di dedicargli questo post, anche se non conoscevo l'uomo, per ringraziarlo per tutti gli anni della sua vita che ha speso in quello che può essere considerato una piccola perla della provincia di Savona. Grazie al suo piccolo cinema e alla sua competenza si sono potute vedere opere di registi altrimenti sconosciuti in quanto snobbati dalle altre sale del territorio, grazie alla sua opera sono poi nati i vari cineforum nelle altre città del savonese. Mirko ci ha fatto capire che anche il cosiddetto film d'autore può essere popolare. Oggi un gruppo di giovani appassionati sta continuando, tra mille difficoltà, a portare avanti il lavoro di Mirko. In sua memoria non lasciamoli soli.
Filmstudio

giovedì 19 febbraio 2009

ALLERTA ! ALLERTA! ALLERTA!!

Caro cittadino della Rete,

il Consiglio dei Ministri dell'Unione Europea ha infatti raggiunto un accordo politico su norme e direttive fortemente lesive dei diritti dei cittadini europei e dei consumatori. Tale regolamentazione è inclusa nel Pacchetto Telecom, un complesso sistema di cinque Direttive che influenzerà profondamente le leggi degli Stati Membri dell'Unione Europea, Italia inclusa, per molti anni a venire. L'accordo politico del Consiglio stravolge il contenuto del Pacchetto, che con voto democratico, e con l'appoggio della Commissione Europea, il Parlamento Europeo aveva approvato a larghissima maggioranza nel settembre 2008 con emendamenti che garantivano e tutelavano i diritti fondamentali dei cittadini e dei consumatori.

Il 19 febbraio il Parlamento Europeo darà inizio alla Seconda Lettura del Pacchetto Telecom, e se non avrà la forza di opporsi alla volontà del Consiglio dei Ministri, entro pochissimo tempo le leggi dei Paesi Membri dovranno obbligatoriamente adeguarsi con le seguenti conseguenze:

- sarà possibile disconnetterti dalla Rete sulla base di semplici indizi, raccolti da società private senza autorizzazione della magistratura, che facciano sospettare che tu abbia condiviso contenuti protetti da copyright. Il tuo fornitore di accesso Internet sarà obbligato a collaborare con le società private per fornire i tuoi dati, e sarà costretto a procedere alla sospensione del servizio. Non avrai diritto né alla difesa né ad un equo processo;

- il tuo fornitore di accesso sarà libero di filtrare contenuti, servizi e applicazioni a piacimento. Per fare solo un esempio fra i tanti possibili, diventerà lecito e legale bloccare Skype al fine di promuovere e costringerti ad acquistare un servizio VoIP a pagamento;

- il tuo fornitore potrà applicare "differenziazioni di tariffe", e farti pagare abbonamenti aggiuntivi per applicazioni e protocolli specifici, ad esempio per e-mail, FTP, newsgroups, chat, peer-to-peer ecc.; potrà inoltre liberamente decidere a quali siti web potrai accedere senza limitazioni, a quali potrai accedere con de-prioritizzazione del traffico (quindi con rallentamento nello scambio dati), e a quali non potrai accedere affatto;

- qualsiasi società privata, per generici scopi di sicurezza di rete, potrà intercettare, memorizzare a tempo indefinito, leggere e analizzare, tutti i dati che invii e che ricevi sulla Rete senza autorizzazione di alcun organismo governativo, inclusa la magistratura.

Per tutelare i tuoi diritti fondamentali, si è formata un'ampia coalizione europea che riunisce le più importanti associazioni in difesa dei diritti digitali e dei diritti dei consumatori. La coalizione comprende 16 organizzazioni non governative e associazioni che si battono per i diritti dei consumatori, con sedi in 22 Paesi Membri dell'Unione Europea e altri Paesi non Membri. Da settimane rappresentanti della coalizione stanno attivamente partecipando a Brussels al fine di tutelare i tuoi diritti. In Italia le organizzazioni che fanno parte della coalizione sono Altroconsumo, l'Istituto per le Politiche dell'Innovazione, NNSquad Italia e ScambioEtico.

ABBIAMO TUTTAVIA BISOGNO DEL TUO AIUTO, E NE ABBIAMO BISOGNO CON URGENZA.

Ti chiediamo di dedicare qualche minuto del tuo tempo per scrivere un'e-mail, e se ti è possibile telefonare, all'europarlamentare italiano che ritieni ti possa meglio rappresentare in Parlamento Europeo, al fine di sensibilizzarlo sui gravi rischi che il Pacchetto Telecom arrecherà a Internet e a i tuoi diritti fondamentali, fra i quali la libertà di espressione, di informazione, il diritto alla difesa e a un equo processo, e il diritto alla privacy. Se ti è possibile, ti chiediamo di sensibilizzare i tuoi familiari, conoscenti e amici, e se ti capita di scrivere in Internet, di informare tramite interventi nei forum e nei blog.

Se sei un blogger o un giornalista e ne vuoi sapere di più, non esitare a contattare il Portavoce di ScambioEtico Paolo Brini

Ti forniamo il LINK per reperire le e-mail e il numero di telefono di tutti gli europarlamentari italiani, al fine di farti scegliere quello che ritieni più coerente con le tue idee. Ti forniamo il link al PDF della lettera aperta della coalizione, indirizzata al Parlamento Europeo e a tutti i suoi Membri, in modo da darti tutti i riferimenti normativi che delineano quanto è stato sopra affermato. Per qualsiasi richiesta o necessità, non esitare a leggere e a scrivere in questo forum LINK, che rimarrà sempre aperto e fornirà supporto nonché aggiornamenti sulla Seconda Lettura del Pacchetto Telecom.
Infine, ti forniamo anche una proposta di lettera, che potrà darti lo spunto, se ne avessi bisogno, per cosa scrivere e dire.

"Gentilissimo On. ,

vorrei richiamare la Sua attenzione su alcune serie preoccupazioni che nutro nei confronti del Pacchetto Telecom, che sta per entrare nello stadio di Seconda Lettura al Parlamento Europeo.Le mie preoccupazioni si riferiscono agli articoli relativi a Internet nel Pacchetto Telecom, e che metteranno a repentaglio sia i benefici economici che Internet sta portando all'Europa, sia i diritti fondamentali quali la privacy e la libertà di espressione.

Io desidero poter accedere a qualsiasi sito web o servizio Internet, alla velocità più elevata per la quale sono disposto a pagare. Non voglio che che gli operatori di rete scelgano per me quali siti web e quali servizi e applicazioni posso utilizzare. Voglio essere in grado di sperimentare nuove applicazioni e protocolli senza dover preventivamente chiedere il permesso agli operatori di rete, e non voglio che il traffico che genero e i contenuti ai quali voglio accedere siano bloccati o limitati dagli operatori di rete. Pretendo inoltre il rispetto della mia privacy, in conformità a quanto specificato dallo European Data Protection Supervisor e ribadito dallo stesso in data 09 gennaio 2009.

Mi riferisco specificamente ai seguenti articoli del Pacchetto Telecom [1] e [2], i quali:

1. permetteranno il filtraggio di contenuti, applicazioni e servizi - Direttiva Servizi Universali, Articolo 22(3),
2. consentiranno di applicare un rifiuto di accesso a materiale on-line protetto da copyright attraverso tentativi di imposizione, anche quando tale accesso è legale, per mezzo della "cooperazione" fra fornitori di accesso e "i settori interessati alla promozione di contenuto legale" - Direttiva Servizi Universali, Articoli 33(3), 20(1.b.1), 21(4a); e Direttiva Quadro, Articolo 8(4g),
3. minacceranno la privacy attraverso la memorizzazione e l'elaborazione dei dati personali per "motivi di sicurezza" - Direttiva sulla Privacy nel settore delle comunicazioni elettroniche, Articolo 6(7).

Allo stesso tempo,

1. sono state rimosse le protezioni per gli utenti contro le pratiche discriminatorie, le sanzioni sproporzionate e le restrizioni inique di servizio - Direttiva Quadro Articolo 8 (4g) e Direttiva servizi universali Articolo 32a;
2. sono stati indeboliti i controlli regolatori sulle attività dei fornitori di servizio, che proteggerebbero contro pratiche inique, restrittive o discriminatorie - Direttiva servizi universali, Articolo 22(3).

In qualità di Suo elettore, Le chiedo pertanto di opporsi a [2]:

* Direttiva Servizi Universali
o Articolo 22(3);
o Articolo 33(3);
o Articolo 20(1.b.1);
o Articolo 21 (4a);

* Direttiva sulla Privacy nel settore delle comunicazioni elettroniche
o Articolo 6(7)
come da raccomandazioni EDPS (European Data Protection Supervisor) del 09 gennaio 2009 [4]

e Le chiedo di sostenere [3]:

* Direttiva Quadro
o Articolo 8.4(ga) (Emendamento 138)
* Direttiva Servizi Universali
o Art. 32a (Emendamento 166)


Confidando in un Suo appoggio verso i diritti fondamentali dei cittadini europei, Le porgo

distinti saluti


Riferimenti:

[1] Conclusioni del Consiglio sulle reti future e Internet, Sessione 2907 su TRASPORTI, TELECOMUNICAZIONI ED ENERGIA, Riunione del Consiglio, Brussels, 27 Novembre 2008

[2] Posizione comune del Consiglio adottata il 16 Febbraio 2009

Articolo 22(3) Direttiva Servizio Universale (DIRETTIVA 2002/22/EC)
Articolo 33(3) ; Article 20(1.b.1); Article 21 (4a) Direttiva Servizio Universale, (DIRETTIVA 2002/22/EC)
Articolo 6(7) Direttiva sulla Privacy nel settore delle comunicazioni elettroniche, (DIRETTIVA 2002/58/EC)

[3] Gli Emendamenti si riferiscono al testo adottato dal Parlamento Europeo il 24 settembre 2008

Emendamento 138 Direttiva Quadro, (DIRETTIVA 2002/21/EC) Art. 8.4g(a)
Emendamento 166 Direttiva Servizio Universale (DIRETTIVA 2002/22/EC) Art. 32.a

[4] "Second opinion of the European Data Protection Supervisor on the review of Directive 2002/58/EC concerning the processing of personal data and the protection of privacy in the electronic communications sector (Directive on privacy and electronic communications)", 9 gennaio 2009, paragrafi dal 76 all'86.

domenica 8 febbraio 2009

JOSEPH COLATO @ BRIXTON

Terza tappa del never ending tour dei Joseph Colato, mitica band toiranina composta da Sminky Lowbrain alla chitarra e voce, Jesus Mangionauta al basso e Sexy Seven alla batteria. Dopo il memorabile concerto all'Italo Calvino a Loano, dove si narra di scene di fortissima emozione con gente che piangeva e si strappava le vesti nello sentir Sminky e co. intonare ask degli Smiths, questa volta il bagno di folla è toccato al Brixton di Alassio. I nostri di fronte ad un pubblico di almeno cinquanta persone hanno subito catturato l'attenzione dei presenti con una serie di canzoni memorabili, tra cui ricordiamo Nausea (beck), there there (radiohead),keep car running (arcade fire) e tante altre cover di successo. Ormai per i nostri si è aperto un futuro pieno di soddisfazioni che sicuramente li porterà all'esibizione davanti alla competente giuria di Amici, il famoso programma della De Filippi. Sembra infatti che Luca Jurgman sia riamsto molto colpito dalla loro presenza scenica. Incredibile dichiarazione di Mara Maionchi:"loro si che hanno l'icsfactor, mi ricordanno moltissimo i Pooh."

giovedì 5 febbraio 2009

E DOPO ZORDIAK TOCCO' A FAFNIR...

Ultimamente Sminky(il braccio), Merk(metà cervello) ed io (altra metà del cervello), ci siamo rimessia giocare a final fantasy XII dopo mesi e mesi che prendeva la polvere in biblio. Dopo aver raggiunto e superato le centoventi ore di gioco, pensavamo di essere vicini alla fine e così presi da un moto di sufficienza/stupidità,che ci accompagna sempre, abbiamo detto, ma sì dai finiamo le missioni secondarie. Non l'avessimo mai fatto, abbiamo affrontato il più forte degli esp, Zordiak il legislatore, un cazzo di pesce di merda che una volta arrivato allo stato agonia non fa altro che tirare su barriere protettive contro qualsiasi attacco. Il primo giorno che lo abbiamo affrontato dopo tre ore e passa di gioco non ne siamo venuti a capo e ci ha scassato di brutto. Lunedì scorso però, di fronte a Taglietto,che chiamo qui come testimone, siamo finalmente riusciti a batterlo grazie al nostro fine acume(leggasi botta di culo). Finita qui? Ovvio che no, adesso dobbiamo completare le taglie e quindi vai con Fafnir drago bastardo di ghiaccio che abbiamo impiegato anni a trovare. Mi sa che prima di finire final rischiamo seriamente di morire noi. Ah, dimenticavo è ovvio che una volta,nella remota ipotesi in cui,finito sto gioco è già pronto final fantasy dieci per altre centoventi ore di gioco. Ma quanto siamo mongoli?