mercoledì 5 novembre 2008

L'INCONTRO CON DIO



Sabato insieme a Shininghead, Scolopendra e Stefania siamo andati in quel di Lucca per l'annuale fiera del fumetto. Come sempre è stat una figata, perchè la possibilità di incontrare sceneggiatori e disegnatori va al di là di ogni possibile incazzatura per code, tempo ecc.
Quello che però non mi aspettavo, era la possibilità non solo di incontrare ma anche di avere una dedica dal mio disegnatore preferito. Sto parlando ovviamente di John Romita Junior, disegnatore di tutti i più importanti fumetti marvel dall'uomo ragno ai fantastici quattro. Sapevo benissimo che sarebbe stato ospite della fiera, ma Daddun merda a cui avevo chiesto di controllare in che giorno si sarebbe presentato mi aveva detto che ci sarebbe stato solo di domenica (e poi per evitare la mia ira si è inventato una influenza il giorno prima della partenza). Potete quindi immaginare la mia gioia quando, andando allo stand della panini per insultare Marco Marcello Lupoi, capo editor che non pubblica tutto quello che esce in america della marvel, ho visto un tabella in cui si diceva che da lì a un'ora Jr sarebbe arrivato per firmare autografi.
Ho subito comprato il volumetto celebrativo fatto dalla Panini appositamente per l'evento e mi sono messo buono buono ad aspettare. Quando John si è presentato c'era una fila sterminata di persone che ha bloccato tutto l'enorme padiglione della fiera dedicato agli editori, dopo una serie di gomitate, spintoni, testate e sputi in faccia sono arrivato davanti a Dio e nel mio inglese oxfordiano sono riuscito a dirgli "my name is Paolo" allungandogli la copia del volumetto. John, sorridente come non mai, ha un po' tutti i cliche degli italoamericani ovvero pettinatura anni '80,anellazzi al mignolo e la tipica parlata siculoamericana "bravi bravi, mia familia, bravi" sono state le uniche parole che ha detto, mi lasciato la dedica che vedete nella foto. Comunque alla fine dopo un'altra serie di gomitate, sputi ecc. sono riuscito ad uscire dalla bolgia felice come non mai. Adesso il prossimo obiettivo è Neil Gaiman, che quest'anno doveva essere ad una conferenza ad Imperia, poi saltata. Speriamo nell'anno prossimo.

1 commento:

Anonimo ha detto...

Brutta vacca smunta, ma non lo hai ancora capito che tutti questi autori, appena sanno che potresti esserci anche tu, decidono di far saltare la manifestazione o peggio ancora diffondono notizie false e tendenzione solo per evitare di vedere il tuo faccino caccoloso??? Non dare la colpa sempre al povero Daddun! DaddunforPresident